web counter
Luci D' Artista Salerno

Ecco la guida per godersi a 360° le Luci d’ Artista a Salerno edizione 2013 / 2014. Neve di primavera!!

Piazza Flavio Gioia: “La primavera rinascimentale”
E’ il luminoso trionfo della Primavera che vince l’Inverno. Il colore della luce che s’impone sul freddo oscuro. L’ispirazione classica è declinata in una fantasmagorica policromia esaltata dalla tecnologia: rappresenta con forza evidente la speranza della rinascita. Per quanto l’inverno dell’anima possa esser cupo, violento, gelido la primavera della rinascita ritorna sempre con tutta la sua carica d’energia vitale, bellezza, meraviglia.

Centro Storico: “Il Giardino incantato”
Anche quest’anno il giardino incantato sorprenderà gli spettatori con le sue meraviglie floreali luminose, sempre più ricche e scintillanti, che fate e maghi con la loro bacchetta magica fanno rifiorire nella Villa Comunale e in tutte le vie del Centro Storico. In un angolo della Villa Comunale ecco apparire le creature degli abissi marini che ci accompagnano in un mondo altrettanto fantastico. Queste creature sono meravigliose perché la vita in fondo al mare genera figure straordinarie e sorprendenti. In tutta la via dei Mercanti e nelle vie limitrofe del centro storico, percorse dai tradizionali portali floreali, si vola con i tappeti volanti sospesi tra i vicoli del cuore antico della città. Sulle ali della fantasia, la mente ed il cuore accarezzano il ricordo di Aladino.

Largo Campo: “Il Giardino d’Inverno”
In piazza Sedile del Campo fiorisce un Giardino d’Inverno. Un soffio d’aria gelida farà brillare scintillanti stalattiti brinate dalle balconate della piazza, e cristalli di ghiaccio si depositeranno sulle facciate. Sorgono anche due imponenti e sfavillanti salici coperti di neve luccicante. Sulla facciata di Palazzo Genovese fioriscono abeti innevati che rendono ancora più intensa l’atmosfera.

Piazza Sant’Agostino: “Lanterne magiche”
Il cielo è illuminato da lanterne policrome che generano effetti ottici meravigliosi. Un viaggio nel lontano Oriente con tutti i suoi miti più coinvolgenti. Il drago simboleggia la potenza creativa delle forze del male che l’energia della luce riesce a domare. Ed al centro della scena due alberi di ciliegio abbaglianti che catturano l’attenzione del visitatore trasportandolo in una sorta d’eden estetico.

Corso Vittorio Emanuele: Pianeti e stelle cadenti
In corso Vittorio Emanuele si resta con il fiato sospeso per ammirare il cielo stellato, con stelle e pianeti luminosi nelle eleganti tonalità di bianco caldo e bianco freddo che scintillano fra le galassie. Per stupire ancor di più gli spettatori, la scenografia sarà costellata dalle scie luminose delle stelle cadenti.

Lungomare Trieste: “Antartide”
Luci d’Artista allarga il suo orizzonte anche al mare. Per la prima volta un’opera è installata sulla scogliera antistante il Lungomare, all’altezza della spettacolare fontana luminosa a mare. Eccoli i pinguini appena emersi dall’acqua e sul punto di ritornare tra le onde. Una vera e propria colonia che trasferisce la mediterranea Salerno tra i ghiacci dell’Antartide. Animali buffi ed agilissimi, capaci di vivere in perfetta armonia con la natura che suscitano tra grandi e piccini immediata e contagiosa simpatia.

Via Arce ,via Velia , via Fieravecchia: “Il Mito” di Nello Ferrigno
Le nostre coste hanno visto le gesta straordinarie di personaggi mitologici che hanno lasciato tracce indelebili nel nostro immaginario. Omero ci racconta che Odisseo ha incontrato le sirene nel nostro mare. Virgilio ci parla di Palinuro, nocchiero di Enea, che trova la morte in quel lembo di terra che da lui prenderà il nome.

Luci D' Artista Salerno

Fonte: salernotoday.it